Sorteggiato il tabellone di Montecarlo, tutti alla caccia di Nadal

Dopo l’antipasto non ancora terminato di Marrakech e Houston, da domani si comincia col piatto forte, anche se per quello principale, il Rolad Garros naturalmente, si dovrà attendere ancora più di un mese. Si è sorteggiato il tabellone di Montecarlo, che vede la presenza di tutti i big, tranne forse il più atteso, Roger Federer, che vedrà a Madrid se è ancora in grado di scivolare o meno. Ma gli altri ci sono tutti, naturalmente a partire da Nadal, alla ricerca del solito record di questo periodo, vedremo se riuscirà ad aggiornare la casella dei tornei “1000” sul rosso. Rafa è testa di serie numero 2 e non ha un tabellone semplicissimo. Dopo il bye dovrebbe trovarsi di fronte Bautista Agut, uno che ha già battuto due volte Djokovic quest’anno. Nel turno successivo sarà invece il turno di Shapovalov, far vedere i suoi progressi su terra al cospetto del più forte di tutti.  In verità Shapo, dovrebbe prima liberarsi di Struff e poi di uno tra Berrettini (speriamo) e Dimitrov (mah) e non è detto che ci riesca.  Ad ogni modo l’avversario dei quarti di Nadal – che rimane il grandissimo favorito – dovrebbe essere meno complicato, perché quello spicchio di tabellone è presidiato da Cilic, che non è detto riesca a vincere le sue due partite. Da quelle parti c’è Stan e anche il ritorno del Cec sulla terra, chiamati a scommettere forse daremmo più chanches ad uno dei due, o magari a Pella, che quet’anno ha già vinto un torneo su terra.
Semifinale che, seguendo le teste di serie, dovrebbe essere contro Zverev o Nishikori, ma come sappiamo il tedesco è entrato in una brutta crisi di crescita e come se non bastasse dovrà vedersela subito contro Auger Aliassime, che se continua a crescere con il ritmo di ques’ultimi mesi potrebbe fare il colpo grosso. Per Zverev da quella parte ci sono anche Fognini, anche se pure l’italiano è entrato in un brutto tunnel, e Simon, prima appunto dell’eventuale sfida contro Nishikori. Anche il finalista dello scorso anno è chiamato a dissipare qualche dubbio sulle sue ambizioni, per lui, prima di Zverev, l’ostacolo dovrebbe essere Coric, o magari un Verdasco in una delle sue giornate sì.

Parte alta del tabellone dominata da Djokovic naturalmente, amche se il serbo non sembra certo il cannibale di un paio di stagioni fa. Nole comincia contro uno tra Kohlschreiber e il rientrante Kokkinakis, che speriamo almeno non si faccia male, e poi dovrebbe pescare chi esce dallo scontro tra i due giocatori più diversi tra loro che offre l’ATP, Diego Schwartzman e Gael Monfils. Se vi piace l’estrema attenzione e la grande capacità di soffrire sceglierete l’argentino, se siete persone più normali Monfils. Ai quarti di finale sicuramente ci sarà uno tra Medvedev e Tsitsipas. Anche in questo caso si tratta di vedere chi sta crescendo più in fretta, ma la differenza di talento tra i due potrebbe risultare alla fine determinante.
Nell’ultimo quarto di tabellone c’è il favorito numero due del torneo, secondo noi, e cioè Dominic Thiem, che a Miami dovrebbe aver smaltito la sbornia del primo “1000” vinto a Indian Wells contro sua maestà. L’austriaco, che non può non puntare al colpo grosso dopo le due finali di fila perse a Parigi, ha anche un tabellone piuttosto agevole e da Khachanov – o magari Seppi – arriverà senza troppi problemi, anche se l’anno scorso prese una severa lezione in questi campi, però da Nadal.

Degli italiani abbiamo accennato. Quello che ha qualche possibilità di arrivare almeno tra i primi 8 è Cecchinato, mentre non si sa bene inc he condizioni si trovi Fognini. Berrettini ha un esordio interessante, ma la partita è naturalmente nelle mani di Dimitrov, che però non si sa quanta voglia abbia ancora di giocare a tennis. C’è anche Seppi, che esordirà contro un qualificato priam di trovare, eventualmente, Khachanov. Tutto questo in attesa di buone notizie dal torneo di qualificazione, in cui ci saranno Sonego e Fabbiano. Meglio non aspettarci niente di troppo buono.

Ma ecco gli ottavi di finale se il torneo seguisse pedissequamente l’ordine delle teste di serie (non lo farà). Tra parentesi le eventuali sorprese.

[1] N. Djokovic (Kolschreiber, Kokkinakis) vs [14] G. Monfils (Schwartzman, Tsonga)
[10] D. Medvedev vs [6] S. Tsitsipas
[4] D. Thiem (Klizan) vs [16] D. Goffin (Edmund)
[12] N. Basilashvili vs [8] K. Khachanov (Seppi)
[5] K. Nishikori
(Verdasco)vs [9] B. Coric
[13] F. Fognini
(Simon) vs  [3] A. Zverev (Auger-Aliassime)
[7] M Cilic (Pella) vs [11] M. Cecchinato (Wawrinka, Pouille)
[2] R. Nadal (Bautista Agut) vs [15] D. Shapovalov (Dimitrov, Berrettini)