WTA Indian Wells: Kerber agli ottavi, ora super sfida contro Sabalenka

photo credit: Jimmie48/WTA

Si allinea agli ottavi anche la parte alta del tabellone femminile di Indian Wells e i primi incroci sono più che mai interessanti. Dei due, gli occhi al momento sono puntati su quello che potrà essere il primo confronto tra Angelique Kerber e Aryna Sabalenka, protagoniste oggi di due vittorie abbastanza diverse tra loro.

La tedesca ha dovuto battagliare per tre set prima di prevalere contro Natalia Vikhlyantseva. Un 3-6 6-1 6-3 con diversi alti e bassi della numero 8 del mondo, inizialmente molto spenta e vittima di un gioco aggressivo ma non eccessivamente esplosivo della russa. Vikhlyantseva riusciva a manovrare bene il gioco, creandosi spazi per chiudere il punto con un vincente, ma non c’era dall’altra parte della rete una Kerber in grande spolvero, anche perché la tedesca ha più volte dimostrato in carriera di gestire molto bene questa tipologia di avversarie che non trovano angoli con le loro accelerazioni.

Vikhlyantseva, però, recuperando un 2-0 di ritardo infilava un 6-1 che la portava sorprendente avanti, continuando la striscia più che positiva in questi ultimi 10 giorni. Nove set vinti su nove giocati partendo dalle qualificazioni, in 8 di questi senza cedere più di 3 game. Eppure, c’era la sensazione che nel momento in cui Kerber avrebbe cominciato a svegliarsi la partita sarebbe svoltata. Preso il break a inizio del secondo set, infatti, la tedesca è stata un treno fino al 6-1 2-0, quando ha mancato qualche chance del doppio break ed è tornata un attimo in apnea, ma tenendo il game per il 3-1 si è involata. Sul 5-1 0-40, con i primi 3 match point, si è di nuovo irrigidita dando modo alla russa di accorciare fino al 3-5, ma prima ancora di andare al servizio sul 4-5 la campionessa di Wimbledon è riuscita a chiudere i conti.

Servirà alzare il livello, adesso, perché contro Sabalenka ci sarà ben altro livello di aggressione e di intensità, e soprattutto deve prepararsi a dover essere molto pronta con le gambe. Non è mai stato, per lei, un vero problema perché nel momento in cui comincia a correre e sta bene, esce dalla diagonale giocando uno dei suoi colpi ancor più stretti, con la chela mancina. Eppure, questa Sabalenka può ancora crescere, e forse è il punto più interessante della vicenda. 6-2 7-5 il punteggio con cui Aryna si è liberata di Lesia Tsurenko, in difficoltà per buona parte dell’incontro ma brava a raccogliere qualche regalo di troppo della sua avversaria. Nel primo set la numero 9 del seeding è salita 4-0 prima di dover annullare una chance di 4-3 e servizio per l’ucraina, poi sul 5-2 è stata brava a chiamare un challenge su una palla di Tsurenko chiamata buona e che invece era uscita in lunghezza. Sarebbe stato 5-3, il game è continuato e al secondo set point ha chiuso la pratica con un doppio fallo dell’avversaria.

Nel secondo parziale, al di là di un controbreak sul 2-0 e servizio, Sabalenka ha veleggiato abbastanza tranquilla fino al 5-2. C’era sempre più efficacia nel suo gioco e i tentennamenti dell’esordio contro Ajla Tomljanovic sembravano alle spalle, ma al servizio per il match ha avuto un passaggio a vuoto col dritto, tra cui un grave errore sul 15-15 che poteva farle vivere con più sicurezza un game complicatosi improvvisamente e dove non ha avuto necessaria freddezza. Ottima, però, la reazione sul 5-5 quando l’inerzia dell’incontro si era effettivamente sfilata via dalla sua racchetta. L’ha ripresa a forza di prime vincenti, e sul 6-5 in risposta è subito salita 0-30, chiudendo al primo match point disponibile. Può ancora crescere, ma già così è una buona versione della giocatrice che lo scorso anno nel momento migliore di forma sembrava letteralmente ingiolabile.

Un altro ottavo di finale già formatosi vedrà Karolina Pliskova, che ha sconfitto 6-3 6-2 Ysaline Bonaventure, sfidare Anett Kontaveit, che si è aggiudicata il derby baltico grazie al ritiro di Anastasija Sevastova sotto 0-5 nel primo set a causa anche lei, come Serena Williams, di un problema di salute. Nessun problema invece per Venus Williams, che sfrutta l’ottimo turno favorevole e batte 6-2 7-5 Christina McHale. La statunitense partirà come grande favorita anche al prossimo turno contro Mona Barthel, che ha sorprendentemente battuto Julia Goerges 7-5 1-6 6-4.

Risultati odierni

[1] N. Osaka b. [25] D. Collins 6-4 6-2
[23] B. Bencic b. E. Alexandrova 6-4 6-2
[21] A. Kontaveit b. [11] A. Sevastova 5-0 rit.
[5] Ka. Pliskova b. [Q] Y. Bonaventure 6-3 6-2
V. Williams b. [Q] C. McHale 6-2 7-5
M. Barthel b. [15] J. Goerges 7-5 1-6 6-4
[9] A. Sabalenka b. [24] L. Tsurenko 6-2 7-5
[8] A. Kerber b. [Q] N. Vikhlyantseva 3-6 6-1 6-3