Ranking ATP/WTA: Sabalenka numero 9. Bene Vekic e Yastremska

La bielorussa, semifinalista a San Pietroburgo, scavalca Caroline Wozniacki. Career high anche per la croata e l’ucraina

Aryna Sabalenka

Aryna Sabalenka si migliora ancora. La ventenne bielorussa, che sette giorni fa aveva fatto breccia per la prima volta fra le top ten del ranking WTA, guadagna un’ulteriore posizione stabilendo il nuovo career high: nona.

Sabalenka ha iniziato la stagione nel modo migliore, trionfando a Shenzhen, ma per ora non è riuscita a dare seguito fino in fondo al momento positivo: dopo essere uscita al debutto a Sydney (seppur per mano di Petra Kvitova) e al terzo turno agli Australian Open, si è fermata in semifinale a San Pietroburgo. Ciò le è comunque sufficiente per mettersi oggi alle spalle l’ex regina Caroline Wozniacki (decima; – 1), che nell’evento russo, cui stavolta non ha preso parte, era giunta nei quarti dodici mesi or sono.

È questa l’unica variazione nell’elite mondiale. Fra le venti si registra il calo di Daria Kasatkina (quattordicesima; – 2), l’anno scorso semifinalista a San Pietroburgo, dove nell’edizione appena conclusa si è fermata un turno prima. Ad approfittarne sono Anastasija Sevastova (dodicesima; + 1) e Ashleigh Barty (tredicesima; + 1), che salgono un gradino ciascuna senza scendere in campo: per l’australiana si tratta del primato personale.

Best ranking anche per Donna Vekic, finalista in Russia: la croata è venticinquesima, cinque gradini più in alto rispetto a lunedì scorso. Grande balzo in avanti, inoltre, per la promettente teenager ucraina Dayana Yastremska (34; + 13), che a Hua Hin ha conquistato il proprio secondo titolo nel Tour maggiore, battendo nel match clou Ajla Tomljanovic (41; + 8). Continua la risalita dell’ex numero 2 Vera Zvonareva (76; + 21), giunta al penultimo atto in quel di San Pietroburgo. Bruschi cali, al contrario, per Kristina Mladenovic (64; – 20) e Timea Babos (100; – 35).

In leggera discesa la migliore delle italiane, Camila Giorgi, ventottesima (- 1). Dietro alla marchigiana troviamo Sara Errani (124; – 2), Martina Trevisan (166; + 4) e Martina Di Giuseppe (194; + 4).

Tutto immobile nelle posizioni che contano del ranking ATP, con il circuito maggiore fermo per la disputa del round di qualificazione della nuova Coppa Davis. Stabili dunque gli azzurri di punta: Fabio Fognini è quindicesimo, Marco Cecchinato diciannovesimo, Andreas Seppi trentasettesimo, Matteo Berrettini cinquantatreesimo.

Seguono Thomas Fabbiano (84; + 1), Lorenzo Sonego (113; 0), Paolo Lorenzi (114; 0), Stefano Travaglia (122; + 1), Simone Bolelli (137; + 1), Gianluigi Quinzi (153; – 1), Luca Vanni (154; – 1), Filippo Baldi (166; 0), Alessandro Giannessi (168; – 1), Salvatore Caruso (169; 0), Andrea Arnaboldi (177; – 2). Rientra fra i duecento Lorenzo Giustino (187; + 40), brillante finalista nel Challenger di Launceston, in Australia: il campano precede Stefano Napolitano (200; – 8).

I top ten del ranking ATP: 1 Novak Djokovic, 2 Rafael Nadal, 3 Alexander Zverev, 4 Juan Martin del Potro, 5 Kevin Anderson, 6 Roger Federer, 7 Kei Nishikori, 8 Dominic Thiem, 9 John Isner, 10 Marin Cilic.

Le top ten del ranking WTA: 1 Naomi Osaka, 2 Petra Kvitova, 3 Simona Halep, 4 Sloane Stephens, 5 Karolina Pliskova, 6 Angelique Kerber, 7 Elina Svitolina, 8 Kiki Bertens, 9 Aryna Sabalenka (+ 1), 10 Caroline Wozniacki (- 1).