WTA Sydney: Giorgi non stecca l’esordio e lancia la sfida a Kerber

Bell’esorido di Camila Giorgi nel torneo di Sydney. La marchigiana ha dato ufficialmente il via al suo 2019 con un 6-3 6-3 alla wild-card locale Ajla Tomljanovic, proveniente dai quarti di finale raccolti a Brisbane.

Un match ben condotto dall’italiana, che ha in qualche modo dato continuità al bel risultato della fine del 2018 quando si era imposta a Linz. A distanza di quasi 3 mesi, dunque, è stata aggiunta la vittoria consecutiva numero 6 ma per arrivare alla settima ci vorrà un grande sforzo perché domani alle 19 (ora di Sydney) aprirà la sessione serale contro Angelique Kerber.

La tedesca, campionessa in carica, ha sfruttato un bye all’esordio grazie alla testa di serie numero 2 ma il suo lato di tabellone è il più difficile in assoluto, anche dopo i vari forfait che si sono succeduti alle prime finali della stagione. L’esordio contro Giorgi è la ripetizione della semifinale dello scorso anno, e per quanto alla tedesca il match up contro una giocatrice molto aggressiva è spesso stato congeniale, avere una Camila che sta bene ed è libera di esprimere il proprio gioco rappresenta sempre una buona percentuale di rischio. In caso di vittoria, oltretutto, potrebbe avere ai quarti di finale Petra Kvitova o Aryna Sabalenka. Questo a meno che una tra Danielle Collins o Su Wei Hsieh non voglia ulteriormente mischiare le carte (e chi ricorda quanto Kerber patì a Melbourne nel 2018 per battere Hsieh avrà già chiaro il quadro).

Parlavamo dei forfait: purtroppo il torneo ha dovuto far fronte ad almeno un paio di ritiri importanti. Naomi Osaka e Karolina Pliskova, subito dopo la loro ultima partita a Sydney, hanno deciso di rinunciare all’evento nel Nuovo Galles del Sud. Con loro anche la finalista di Brisbane, Lesia Tsurenko, a causa della caviglia giratasi a inizio del terzo set nell’ultima partita. Al loro posto sono entrate Monica Puig, Bernarda Pera e Johanna Konta, che si era ritirata nell’ultimo turno di qualificazioni a causa di un torcicollo.

È ancora in tabellone Simona Halep, che domani scoprirà se l’esordio sarà contro Ashleigh Barty o Alona Ostapenko. È ancora in tabellone anche Kiki Bertens, che ha esordito con qualche patema di troppo contro Pera (7-5 6-4) mentre è subito fuori una delle beniamine di casa: Daria Gavrilova è stata infatti sconfitta dalla qualificata Yulia Putintseva 6-1 7-6(4). Molto meglio invece Samantha Stosur che ha colto un bel successo in rimonta contro Dominika Cibulkova, vincendo 3-6 6-3 6-4 mentre Timea Bacsisnzky si è resa protagonista di una maratona di 2 ore e 49 minuti contro Anastasija Sevastova, battendola 6-7(3) 6-4 6-4.

Risultati

[Q] Y. Putintseva b. D. Gavrilova 6-1 7-6(4)
[7] K. Bertens b. [LL] B. Pera 7-5 6-4
[WC] S. Stosur b. D. Cibulkova 3-6 6-3 6-4
[PR] T. Bacsinzky b. [9] A. Sevastova 6-7(3) 6-4 6-4
C. Giorgi b. [WC] A. Tomljanovic 6-3 6-3