Tsitsipas: “Tutto ciò è una favola”

Stefanos Tsitsipas non si è accontentato di aver battuto Roger Federer negli ottavi e con un’altra bella prestazione ha superato lo scoglio non facile rappresentato da Bautista-Agut  arrivando così alla sua prima ( probabilmente di una futura lunga serie) semifinale slam: “Mi sembra di vivere in un racconto di fate – ha dichiarato il greco in conferenza stampa dopo il match contro lo spagnolo – Ho bisogno di un po’ di tempo per analizzare bene tutto ciò. Sto semplicemente vivendo un sogno. Devo ammettere che sono sorpreso da me stesso per le vittorie di questi giorni ma ho lavorato duramente per arrivare a questi risultati. La notte dopo aver sconfitto Roger non sono riuscito a dormire bene, troppe cose mi giravano ancora per la testa e in più mi faceva male tutto il corpo, soprattutto un piede; stanotte invece prima del match di oggi ho dormito bene e questo è stato importante”. La Grecia finora non ha avuto tennisti di spicco e questo sembra aver galvanizzato il mondo ellenico: “Sì, ho letto alcuni articoli e visto qualche foto ma sinceramente al momento non mi interessa cosa si dice di me in patria. Ho letto molti messaggi, anche da gente famosa, ma ancora non ho risposto. Però ovviamente mi fa molto piacere che nel mio Paese si parli di quello che sto combinando qui in Australia”. Ora Stefanos dovrà affrontare con molta probabilità Nadal, il quale deve prima però superare l’altra giovane sorpresa di Melbourne, Tiafoe: “Contro Frances ho giocato alcune volte, ci conosciamo bene tennisticamente. Contro Rafa è andata molto male la finale a Barcellona, ma lì si giocava sulla terra, qui è tutta un’altra superficie. Infatti a Toronto anche se ho perso sempre in due set ho sentito di essere salito di livello. Ora sono pronto a giocarmela”.