Stosur, un successo da ricordare: lei e Zhang vincono il doppio all’Australian Open

photo credit: Jimmie48/WTA

In casa, sulla Rod Laver Arena, 13 anni dopo aver giocato l’ultima finale Slam di fronte al proprio pubblico. Samantha Stosur oggi ha coronato una vera favola, perché al di là del significato speciale di vincere nel Major di casa malgrado le tante delusioni c’è anche la grande, infinita gioia di aver trionfato con Shuai Zhang.

“Lei è la boss della squadra” diceva Stosur, che a breve compirà 35 anni e in singolare ha intrapreso la parabola discendente, con gli ultimi anni molto difficili dal punto di vista dei risultati, ma da grande esperta del circuito e con l’esperienza di chi è stata in top-5 in singolare e numero 1 al mondo in doppio ha trovato la via per un successo che per lei è veramente importante.

La cinese, infatti, è la migliore amica dell’australiana, in un rapporto cominciato tanto tempo fa e che non può non riportarci all’inizio del 2016 quando Zhang voleva lasciare il tennis e aveva chiesto a Stosur, oltre che a tutta la sua famiglia, di essere presente nel suo box per quella che sembrava essere l’ultima partita. Dopo aver passato le qualificazioni dell’Australian Open, fu sorteggiata al primo turno contro Simona Halep, numero 2 del seeding, e lei veniva da 14 eliminazioni al primo turno su altrettanti Major disputati. Ne aveva discusso con Stosur a Pechino, a fine 2015, e l’australiana la convinse a disputare un ultimo torneo, l’Australian Open.

Successe che Zhang non solo vinse, in maniera sorprendente, quell’incontro ma arrivò fino ai quarti di finale. Durante il torneo decise di voler continuare e si è fatta due anni in top-30 salvo calare un po’ nel ranking a fine 2018. Adesso, però, a 30 anni si è presa il primo Slam della carriera. Sorprendente, anche questo, perché in Australia erano tutto fuorché favorite. Bellissime le vittorie tra semifinale e finale, prima rimontando da 1-5 contro Barbora Strycova e Marketa Vondrousova, chiudendo 7-5 4-6 7-5 e poi oggi, contro le campionesse in carica Kristina Mladenovic e Timea Babos.

6-3 6-4 il punteggio che ha regalato loro il trofeo, con Stosur che si è trovata a servire sul 5-4 per chiudere la partita e affrontando tutti i suoi demoni, andando sotto 0-30 ma riuscendo a risalire vincendo quasi tutti i punti della coppia in quel game. Zhang è stata invece fondamentale in precedenza, quando ha vinto il punto per il break del 4-3 e ha poi tenuto il servizio allungando sul 5-3 e scavando il solco decisivo. Forse, da adesso, la carriera di Stosur tornerà alle origini e si concentrerà più sul doppio. In ogni caso, la gioia del titolo in casa è finalmente arrivata.