Murray choc: annuncia il ritiro dal tennis tra le lacrime in conferenza stampa

Annuncio choc di Andy Murray: lo scozzese, nella conferenza stampa pre-torneo all’Australian Open, ha rivelato che al più tardi a Wimbledon dirà addio al tennis.

Si ritira il primo dei Fab Four, e lo fa nella maniera più triste: tra le lacrime, confessando che non gli è più possibile giocare privo di dolore, di non riuscire più a lavorare, a divertirsi.

“Non riesco più a giocare, il dolore all’anca non mi da pace” ha detto, “forse smetterò già qui, però al momento l’idea è di arrivare fino a Wimbledon perché è il posto dove mi piacerebbe smettere, ma non sono certo di farcela”. “Non ce la faccio”, ripeteva: “Già durante questo inverno dicevo al mio team che non potevo andare avanti così, non voglio continuare in queste condizioni”.

Già una volta entrato in sala conferenza stampa faceva fatica a parlare, annunciando che l’anca non lo lasciava in pace. Ieri aveva svolto una partita in allenamento con Novak Djokovic e aveva dovuto fermarsi sotto 1-6 1-4, uscendo dal campo zoppicante. Ha chiesto un attimo di pausa ai giornalisti, uscendo in lacrime dalla stanza per poi rientrare e annunciare la notizia che nessun appassionato avrebbe probabilmente voluto sentire.

L’ex numero 1 del mondo si ritirerà dunque al massimo un mese e mezzo dopo aver compiuto 32 anni, escludendo già adesso l’ipotesi di poter competere in doppio, magari col fratello Jamie. “Sono 20 mesi ormai che questa situazione va avanti. Mi sono operato, ho provato di tutto, ma non c’è nulla da fare, giocherò qui ma il dolore è veramente tanto”. Lo scozzese ha rivelato anche di aver pensato a un nuovo intervento, che però sarebbe stato forse ancor più severo sul suo corpo, rivelando di essere preoccupato al momento per la sua salute futura.

(aggiornamenti a breve)