Le reazioni al ritiro di Murray: i tanti messaggi di tennisti e tenniste verso le scozzese

Murray
Murray

Chi a voce, chi via messaggi sui social network. Tantissimi hanno commentato la decisione di Andy Murray di dare l’addio al tennis al più tardi entro il torneo di Wimbledon di questo 2019 che si è aperto, così, col primo dei Fab Four a “saltare”, purtroppo per cause non sue.

È questo, infatti, quello che più ritorna nelle parole dei protagonisti che oggi a Melbourne, nelle conferenze stampa pre-torneo, hanno voluto rimarcare: l’enorme dispiacere che Andy sia stato costretto a dover ritirarsi non per una sua decisione ma perché il proprio fisico l’ha costretto ad alzare bandiera bianca.

Caroline Garcia, legata a Murray per quella ormai celebre predizione dello scozzese durante il Roland Garros del 2011, ha fatto proprio riferimento a questo: “È un enorme dispiacere, e da sportiva penso che lui sia ancor più dispiaciuto perché in cuor suo non avrebbe mai voluto lasciare ora, non così. Ha sempre mostrato grande passione per questo sport, ha sempre mostrato grande rispetto per tutti, ha sempre avuto un atteggiamento di grande qualità umana. E poi è stato bello per tutte noi tenniste avere qualcuno che parlasse per noi”. Un concetto ripreso anche da Andrea Petkovic: “È una perdita enorme per tutto il tennis, ma soprattutto per la WTA. Quando oggi parliamo di equità, abbiamo bisogno di persone come Andy, con la sua qualità nel vedere le cose”.

Ecco uno a uno tutti i messaggi che sono arrivati (e che arriveranno: l’articolo è in aggiornamento):

I messaggi arrivano anche al di fuori del tennis