Federer: “Ho enormi rimpianti, dovevo vincere il secondo set. Giocherò sulla terra”

Roger Federer è stato sconfitto 6-7(11) 7-6(5) 7-5 7-6(5) contro Stefanos Tsitsipas abbandonando l’Australian Open, torneo dove era bi-campione in carica, già agli ottavi di finale.

La battuta d’arresto, pesante, costerà all’elvetico la top-5 nel ranking ATP. In conferenza stampa l’ex numero 1 del mondo si è soffermato su alcuni dettagli che secondo lui gli sono costati la partita.

La causa principale della sconfitta sono le 12 palle break non sfruttate?
Sono molti i fattori che giocano in questa partita. Uno di questi è stato sicuramente quello delle palle break non sfruttate. Non ero mai riuscito a brekkarlo neppure in Hopman Cup, dunque c’è sicuramente qualcosa che non va nel modo in cui provo a rispondergli. In ogni caso, sono veramente frustrato.

Eppure avete giocato entrambi ad alto livello. O almeno, come giudichi la tua performance?
Penso fosse okay. Ho perso da un giocatore migliore che questa sera ha giocato una gran partita. È rimasto lì, si è dato chance, è rimasto calmo. Non è sempre facile, specialmente per i più giovani. Tanti meriti a lui per aver concretizzato. Le condizioni sono cambiate durante la partita come ogni anno quando cominci alle 19. Diventa più duro avere la meglio dell’avversario. Ho pensato che le condizioni fossero più lente degli anni passati. Eppure lui ha fatto un grande lavoro curando le sue demivoleè e forse è per questo che ha vinto stasera, non sono sicuro.

C’è stato un momento nel match dove hai magari sentito il tuo gioco che stava cominciando a funzionare, o ti è sembrato che per te sarebbe comunque stato difficile dall’inizio alla fine?
No, no. Ho enormi rimpianti. Potrei non vedere il lato negativo, eppure lo sto facendo. Penso che avrei dovuto vincere il secondo set. Non mi importa come, ma avrei dovuto farlo. Mi è costata la partita.

Al termine della conferenza stampa in inglese, Federer ha poi fatto quella in francese dove è arrivata una notizia importante: lo svizzero quest anno giocherà sicuramente la stagione sulla terra battuta. “Mi è mancata” ha detto, “nel 2017 non l’ho giocata perché venivo da un anno in cui avevo avuto male alla schiena. Lo scorso anno invece non volevo rischiare. Quest anno invece non vedo perché non farla”.