WTA Tashkent: tre giovanissime protagoniste al via, Potapova fa il primo exploit

Il tabellone principale di Tashkent ha regalato un ottimo motivo per fare notizia: tre delle migliori under-18 assolute sono tutte nello stesso quarto. Olga Danilovic e Marta Kostyuk sono entrate direttamente, mentre Anastasia Potapova ha superato due turni di qualificazione ed è stata inserita tra le 8 giocatrici di questo spicchio che potrebbe dire tanto in ottica futura. Se una di loro riuscirà a raggiungere la semifinale avrà tra le mani una certezza quasi assoluta di essere al via degli Australian Open 2019 direttamente dal tabellone principale.

Tutte e 3 hanno già fatto qualcosa di molto importante in questa loro stagione: Danilovic e Potapova, classe 2001, hanno giocato l’una contro l’altra la finale del WTA International di Mosca; Kostyuk, classe 2002, ha raggiunto il terzo turno all’Australian Open partendo dalle qualificazioni e fino a fine aprile aveva un rendimento da top-50 prima di calare con una serie di alti e bassi e riuscendo comunque a farsi notare tra vittorie di spessore e rimonte clamorose.

Potapova, passata dalle qualificazioni, è stata anche la prima a scendere in campo e il suo esordio è stato il match simbolo della prima giornata: 4-6 7-6(2) 6-3 alla numero 4 del seeding Stefanie Voegele. Un successo a un certo punto insperato, visto che la russa aveva sciupato sia nel primo che nel secondo parziale un vantaggio di 4-1. Nel terzo set, inoltre, è scivolata subito indietro 3-0 prima di trovare l’ennesima reazione della sua partita e dilagare, con 6 game vinti consecutivamente. Al prossimo turno la possibile rivincita della finale di Mosca contro Danilovic, che affronterà la wild-card russa Anna Kalinskaya.

Kostyuk si trova appena sotto: esordio contro l’esperta mancina olandese Arantxa Rus, quest anno in grado di ritrovare un livello da tenerla sempre a cavallo tra dentro e fuori la top-100, poi eventuale second turno contro Dalila Jakupovic.

In classifica Danilovic certificherebbe l’ingresso in top-100 con il raggiungimento del secondo turno, ma avrebbe poi in uscita poco meno di un centinaio di punti tra metà ottobre e il mese di novembre, motivo per cui deve bilanciare quella situazione in tempo per essere tra i 580 e i 620 punti nel ranking WTA nella prima settimana di dicembre, soglia che negli ultimi anni ha consentito l’accesso al tabellone principale dei 4 Slam.

Potapova, col successo odierno, si è portata a 532 punti. Per lei non ci sono significativi punti in uscita da qui a fine anno, e con una semifinale raggiungerebbe quota 586 punti. Dipenderà poi dalla situazione anche delle colleghe, ma a quel livello ci sono speranze, per lei, di vedersi iscritta al tabellone principale. Kostyuk è al momento a quota 492. La semifinale vorrebbe dire essere a quota 602, non ancora abbastanza per l’ingresso in top-100 garantito (dipende dalle settimane e dalle evoluzioni del ranking) ma un ottimo punto di partenza per i prossimi 2 mesi dove, anche lei, non avrà punti in uscita.

Risultati odierni

F. Ferro b. J. Fett 1-6 7-6(4) 6-1
N. Hibino b. E. Bouchard 6-3 6-3
[Q] A. Potapova b. [4] S. Voegele 4-6 7-6(2) 6-3
[8] D. Jakupovic b. A. Blinkova 6-4 5-7 6-4
[5] T. Maria b. N. Vikhlyantseva 6-1 6-2
M. Gasparyan b. S. Sharapova 6-2 6-2