Statistiche della settimana: Hsieh e Parmentier, finaliste impeccabili

Sull’asse Hiroshima-Quebec City, nella settimana di stanca che segue la conclusione dell’ultimo Slam della stagione e che normalmente dà gloria alle seconde linee, la cinese di Taipei Su-e ei Hsieh e la francese Pauline Parmentier si rendono protagoniste a 32 anni di due imprese che le accomunano per una incredibile serie di coincidenze:

Intanto hanno la stessa etàessendo nate entrambe nel 1986 (rispettivamente il 4 e il 31 gennaio).

Nel 2018 sono tornate entrambe a riassaporare il gusto della vittoria a distanza siderale dalla volta precedente: la tennista di Taipei ha vinto a Hiroshima il suo terzo titolo in carriera dopo 6 anni dai due precedenti risalenti al 2012 sempre in terra asiatica (Kuala Lampur e Guangzhou). La tennista francese ha vinto la settimana scorsa il suo quarto titolo imponendosi al torneo di Quebec City, che si aggiunge a quello di Istanbul  dello scorso aprile. Due vittorie che arrivano a distanza di dieci anni dall’ultimo precedente che risaliva al 2008 (Bad Gastein).

Hanno entrambe vinto tutte le finali che hanno disputatobilancio complessivo 7-0.

Nelle due finali disputate domenica hanno entrambe sconfitto una tennista qualificata.

In questo destino che le accomuna tennisticamente potrebbe esserci magari un altro traguardo: il nuovo best ranking a 32 anni. La Hsieh da lunedi è numero 29, a sole sei posizioni dal suo best ranking (23) risalente al 25 febbraio 2013, e la Parmentier, numero 48 attualmente, ottenne la sua miglior classifica addirittura nel 2008 al numero 40. Imprese difficili ma non impossibili. Auguri ad entrambe.