WTA Roma: Sharapova ai quarti e testa di serie a Parigi. Sfiderà Ostapenko

photo credit: Jimmie48

M. Sharapova b. D. Gavrilova 6-3 6-4

Altra settimana, altro quarto di finale per Maria Sharapova. Sono passati ben 3 anni da quando la russa non otteneva due risultati di questo livello in successione e in questo 2018, che adesso comincia veramente ad assumere contorni interessanti, arriva anche la soddisfazione (che lei riterrà minima, probabilmente) di essere tornata tra le prime 32 del mondo proprio pochi giorni prima che il Roland Garros decida la composizione delle teste di serie. Le rivali, visto il livello che sta esprimendo, possono tirare un piccolo di sospiro di sollievo sapendo che adesso non avranno a che fare con la bi-campionessa dello Slam parigino almeno fino al terzo turno.

Intanto, al Foro Italico, Sharapova ha vissuto la prima partita relativamente tranquilla dopo le due maratone di due ore e trenta vinte tra primo e secondo turno. Usiamo il termine “relativamente” perché nonostante le tre ore e otto minuti di ieri, le corse, le rincorse, i recuperi, Daria Gavrilova si è mostrata ancora una volta una di quelle che nei periodi migliori diventa durissima da affrontare soprattutto a livello mentale. Arriva ovunque, riprende tutto, si muove lungo il campo e quella palla torna quasi sempre al di là della rete. Sharapova nei primi game aveva neutralizzato la grande difesa dell’avversaria, ma sul 4-1 e servizio c’è stato l’assaggio di quello che l’avrebbe attesa da lì a fine partita. Una Gavrilova mai doma, anche indietro 4-1 40-15 dava enorme filo da torcere negli scambi chiamando sempre la russa alle soluzioni più efficaci. Non potevano più esserci colpi a chiudere ad un 70%: doveva sempre mettere il 100% e talvolta poteva comunque non bastare.

Ha portato a casa quel sesto game, all’ottava palla game, ma da lì Gavrilova ha quasi assaporato l’idea di una rimonta che si è spenta proprio a metà, quando dopo aver salvato 3 set point sull’1-5 e aver preso uno dei due break di ritardo sul 2-5 si scioglieva in un brutto game di battuta regalando il 6-3 alla rivale.

L’inizio del secondo set sembrava favorirla, ma Sharapova ha trovato una nuova serie di ottimi game che l’hanno portata sul 4-2 in suo favore. Da lì è stato perlopiù uno scambio di break e controbreak fino alla fine, con la ex numero 1 del mondo che stava forse calando un po’ troppo come rendimento dei colpi, con più errori rispetto a tutto il corso del match e due doppi falli consecutivi sul 5-3 40-40 che hanno regalato una nuova chance all’australiana, incapace però di portare a termine il compito dopo un nuovo game combattutissimo e la racchetta che volava dalla rabbia dopo l’ultimo recupero non riuscito.

Ci sarà dunque il primo confronto tra Maria Sharapova e Jelena Ostapenko, il quarto di finale che molto probabilmente sarà il piatto forte della gionata di domani.

[4] E. Svitolina b. [14] D. Kasatkina 0-6 6-3 6-2

Era una delle partite di cartello del giorno, e non ha tradito le attese. Elina Svitolina ha compiuto una bella impresa riemergendo da una buca profondissima dove era stata spedita da Daria Kasatkina, bella, a tratti bellissima da vedere giocare sulla terra battuta, forse il suo habitat naturale, ma che dopo un primo set di altissima qualità ha subito il rientro dell’ucraina.

La testa di serie numero 4 è più viva che mai, nel tentativo di una difficile riconferma del titolo dello scorso anno malgrado abbia un tabellone per nulla semplice. Il tennis femminile però ora è anche questo: incontri tutti tesi ed equilibrati fin dai primi turni, poche gerarchie ma tanto spettacolo e tante protagoniste che possono candidarsi al ruolo di sorpresa. Così oggi, Svitolina, ha dato una ottima dimostrazione di carattere vincendo per la prima volta in carriera una sfida dove aveva perduto il primo set 6-0 e può guardare ai quarti di finale dove avrà Angelique Kerber, contro cui è imbattuta da 6 confronti diretti.

Altri risultati

Simona Halep approfitta del ritiro di Madison Keys, a causa di un problema alle costole, per approdare ai quarti di finale. La statunitense era stata trattata dalla fisioterapista già nel turno precedente, contro Donna Vekic, e nonostante i tentativi di recupero ha dovuto alzare bandiera bianca per quello che era una delle partite più attese del giorno. Domani contro la rumena ci sarà Caroline Garcia, che ha sconfitto 6-1 7-6(7) Sloane Stephens, annullando un set point nel secondo set.

Jelena Ostapenko ha avuto la meglio contro Johanna Konta rovinando la festa di compleanno della britannica che aveva comunque portato a casa il primo parziale per 6-2. La lettone si è ripresa molto bene, aiutata anche da un servizio che rispetto allo scorso anno sta concedendo qualcosa più alla campionessa del Roland Garros, oltre al solito, immancabile tennis di un ritmo talvolta forsennato. Così la numero 6 del mondo ha riequilibrato la situazione, concedendo nulla al servizio per il successivo set e mezzo, fino al 6-3 4-1 e servizio. Konta è riuscita a riprendere un break, non il secondo, e così Ostapenko ha ottenuto per la prima volta i quarti di finale.

Tutto agevole per Angelique Kerber, vincitrice per 6-1 6-1 contro una Maria Sakkari che ha subito la grande partita dell’ex numero 1 del mondo e potrebbe anche aver risentito degli ultimi giorni per lei così tosti. Ora “Angie” dovrà fare un’impresa contro Elina Svitolina, che non batte da un complicatissimo match a Montreal del 2016, vinto rientrando da 1-6 3-5.

Anett Kontaveit colpisce ancora e dopo Madrid ripete l’impresa contro Venus Williams, sconfitta 6-2 7-6(3). Sarà lei l’avversaria di Caroline Wozniacki ai quarti di finale, con la danese che ha sconfitto Anastasija Seastova 6-2 5-7 6-3 al termine di una partita molto divertente, ricca di palle corte e soluzioni alternative create dalla lettone, che non è riuscita però a concretizzare nel terzo set dopo aver acciuffato per i capelli il secondo.

Risultati

[1] S. Halep b. [13] M. Keys walk-over
[7] C. Garcia b. [9] S. Stephens 6-1 6-4
M. Sharapova b. D. Gavrilova 6-3 6-4
[5] J. Ostapenko b. J. Konta 2-6 6-3 6-4
[11] A. Kerber b. M. Sakkari 6-1 6-1
[4] E. Svitolina b. [14] D. Kasatkina 0-6 6-3 6-2
A. Kontaveit b. [8] V. Williams 6-2 7-6(4)
[2] C. Wozniacki b. [15] A. Sevastova 6-2 5-7 6-3