Nadal: “Shapovalov ha solo bisogno di tempo, neanche troppo”

Quale è stata la differenza tra questa partita e quella che avevate giocato in Canada?
La superficie, credo sia la più importante. Ho fatto una partita solida, solo qualche errore in risposta all’inizio, perché al servizio non ho perso molti punti. Nei primi giochi, però, lui serviva benissimo, quindi ci è voluto un po’ per fare il break. Ho mancato alcune chances, sicuramente, però sono rimasto fiducioso di fare il break sul tre pari. Da quel momento la partita è cambiata, neanche tanto in realtà, perché sul mio servizio ho continuato a fare punti abbastanza facilmente. In risposta, lui ha smesso di fare servizi vincenti e io ero più rilassato e ho ho fatto meno errori.

Domani giochi contro Fognini. Avete una storia voi due. Puoi dirci qualcosa sul suo modo di giocare e come ti preparerai per la partita?
Come ogni giorno. Cercherò di essere pronto per la partita, un quarto di finale, un altro. Ogni giorno le partite sono più importanti, ovviamente. É questo, una grande partita, con un gran giocatore di talento. Io so di dover giocare bene per avere speranze di andare avanti nel torneo. Spero di essere pronto, di fare in modo che questa speranza si concretizzi.

Sei soddisfatto del livello attuale dei tuoi colpi, o vorresti fare meglio qualcosa?
Puoi sempre fare meglio. Ma non era una partita semplice, con un giocatore mancino, con un ottimo servizio e in cerca del vincente. Un giocatore che lo sapete, aveva appena vinto due partite qui e fatto semifinale la scorsa settimana. Quindi, onestamente, 6-4 6-1, un sacco di palle break all’inizio e non aver sofferto al servizio… Non posso dire molto di più sull’incontro. Dovrei essere contento di come è andata.

Hai parlato con Shapovalov prima del match riguardo al suo futuro? Voglio dire, quali sono i suoi punti di forza e le sue debolezze? Quali sono i tuoi consigli per diventare un campione come te?
Lui non ha bisogno di consigli, davvero. È forte sotto ogni aspetto. L’unica cosa di cui ha bisogno, ma proprio l’unica, è più tempo. Forse neanche troppo. (sorride)
È davvero forte.