Wozniacki: “Il mio obiettivo non è tornare numero uno”

Lei(Sasnovich) ha giocato molto bene oggi ma sei stata capace di vincere. Cosa ne pensi della partita?
Penso abbia giocato davvero bene. Nel mio caso non è andata proprio come volevo, ci sono stati momenti in cui non sentivo bene la palla, anche perché lei me lo rendeva difficile. Anticipava tutto e soprattutto col rovescio colpiva davvero bene.

C’era qualcosa che non ti faceva sentire a tuo agio o altre cose che disturbavano il ritmo?
Penso semplicemente non fosse la mia giornata. Stavo lottando in tutti i modi e stavo facendo un sacco di errori. Non sentivo proprio la palla e ho cercato di muovermi di più e giocare in maniera costante e questo mi ha aiutato oggi.

Visto il trend di adesso per cui molte giocatrici col ranking basso stanno mettendo in seria difficoltà le tenniste con più esperienza, hai sentito un po’ questa pressione?
No, non del tutto. Mi sentivo abbastanza sicura ma ricordavo che era difficile giocare su questi campi ed è per questo che si vedono molti stravolgimenti: la palla rimbalza molto e va lenta. E credo che queste due cose rendano più insidioso il gioco ma allo stesso tempo mi diano la possibilità di cambiare ed adattarmi per dare il meglio lì fuori.

Se non ho capito male c’è una possibilità per te di tornare numero 1. Ci sei tornata dopo molti anni. Ti interessa o no? O era più la soddisfazione di tornare ancora una volta in vetta?
Onestamente non mi interessa granché ora come ora. Mi importerà se avrò la possibilità di finire l’anno al numero uno. Vincere gli Australian Open e ottenere nel contempo il numero uno è stato estremamente importante ed un qualcosa di cui ne vado fiera. Ma ora ritornare ad essere la numero uno non è il mio obiettivo. Cerco solo di vincere ogni partita che gioco fino a vincere il torneo. Ho solo questo in testa.

Sofya Zhuk sta giocando ora. Ha 18 anni e ha detto che tu sei stata di ispirazione per lei. Ti fa impressione sentire qualcuna che tu prende a modello e che ora gioca insieme a te nel tour. Perché sei ancora giovane.
Penso sia fantastico. Sai tu cerchi sempre di essere un buon modello per i bambini ed è stupendo che qualcuno dica di voler giocare come te. È davvero un gran complimento. D’altra parte tutto ciò mi fa sentire abbastanza vecchia.