I pronostici di… Chip&Charge! Gli altri si scannano, “Gastone” Nadal vince

Allora Ansaloni, lunedì inizia l’Australian Open, primo Slam dell’anno. Bando alle ciance, dimmi subito chi piazzi in Pole Position in questo Gran Premio di Melbourne!
Intanto ciao Puccettone Cherici. Facciamo le persone per bene. Io ho un impressione, e mi sbilancio. Se dobbiamo fare una griglia di partenza, io metto in pole position… Novak Djokovic.

Boom! Carramba! Sicuro di stare bene? No perché l’ora non è ancora particolarmente tarda, non avrai mica alzato già un po’ troppo il gomito spero…
Ragazzi, l’ho detto e lo ripeto: Nole secondo me sta “trollando”. Si sta nascondendo. Lasciate perdere l’esibizione contro Kiki Thiem, ma non lo so, mi sembra che nel suo comportamento ci sia un qualcosa di studiato. Djokovic è uno dei giocatori più intelligenti e furbi del circuito, forse della storia. Io non mi sorprenderei assolutamente se lo vedessi arrivare in fondo, addirittura ad alzare la coppa.

Secondo me invece Federer pagherebbe di tasca sua per ritrovarselo davanti in semifinale: secondo me gli brucia ancora la lezione della semifinale 2016 e vorrà vendicarsi.
Voi Federeriani siete troppo ottimisti per questo Australian Open, l’ho detto e lo ripeto. Tutti lo date come favorito, e non va bene. Anche perché quando è favorito spesso perde.

Lei mi lusinga Ansaloni! Le chiacchiere però stanno a zero, poi potrà anche perdere al primo turno: come si fa a non considerare Federer lo strafavorito del torneo?
Per molti motivi che lei dovrebbe ben conoscere, Cherici.

Se poi perde perché qualcuno sarà più bravo o semplicemente lui pollo, poi ne parleremo. Ma senza Murray, con Djokovic e Wawrinka al rientro e “Gastone” Nadal mezzo acciaccato, il favorito numero uno non può che essere lui. Occhio piuttosto a del Potro e Kyrgios…
Nadal per me è pure in prima fila, pensa te….

E te credo, ha un tabellone che manco Zio Toni glielo faceva così! Lui è già in finale, nessun dubbio. Poi però bisogna vincerla la finale.
Beh, fatto sta che prima fila, Djokovic e Nadal. Poi, secondo me, Federer e Dimitrov. Ma anche Grisha non mi pare abbia delle passeggiate di salute…

Io la mia te l’ho già anticipata: del Potro e Kyrgios. Per me l’australiano nel torneo di casa potrebbe essere la vera mina vagante. Delpo invece l’unico con reali possibilità di impedire a Federer di arrivare in finale.
Kyrgios per carità, se tiene la testa per due settimane… Io ne dubito. Secondo me è in terza fila con Zverev. Del Potro non si sa mai come tiene fisicamente.

In terza fila io invece ci metto Nole, perché non puoi comunque mai sottovalutarlo, e Zverev. Anche se il tedesco ancora non mi sembra pronto per arrivare in fondo in uno Slam. Certo sarebbe un bell’ottavo tra questi due, Monfils permettendo.
Beh Zverev è numero 4 del mondo, se non è pronto ora quando dovrebbe esserlo?

È un ranking drogato, lo sai bene… Troppi giocatori importanti sono stati o stanno ancora fuori. Pensa solo che un Thiem qualunque è numero 5! E comunque Zverev finora non è mai andato oltre il quarto turno negli Slam.
Ma se l’altra volta avevi detto che Zverev era n.1 facile a fine anno….

E te lo confermo. Ma lo diventerà dopo lo US Open. E proprio perché non ha praticamente punti da difendere negli Slam. Lo scorso anno se non ricordo male è anche uscito due volte al primo turno. Gli basta fare ottimi piazzamenti per guadagnare 3500/4000 punti.
Vedremo, vedremo. Secondo me assisteremo a molte sorprese. Facciamo una griglia di partenza anche sulle donne?

Ovviamente! Ti chiedo subito, secondo te dopo gli exploit di Sidney quanti game farà la Giorgi al primo turno contro una qualificata?
Oggi ho letto una cosa che mi ha fatto un po’ sorridere sul social. “Peccato che la Giorgi abbia beccato le sue due solite settimane da sogno… nelle settimane sbagliate”. Il gioco di Camila è molto semplice: tiro, se entra bene, sennò amen. Però a parte questo l’ho vista veramente ma veramente bene. Penso che abbia messo anche un po’ di peso. Poco eh, ma un po’.

Speriamo sia la volta buona allora, ci vorrebbe proprio. Anche per dimenticare che la scorsa settimana Schiavone era numero uno d’Italia… Tornando al torneo, stavolta ti stupirò (forse) io: per me vince Sharapova.
Era la mia numero 2. La numero 1 è la la Wozniacki onestamente.

Ci sta. E sarebbe anche ora onestamente. Anche perché prima o poi torna Serena e la ricreazione è finita.
Seeee ancora Serena, bonanotte…

Poi ne riparliamo… Quella contro queste vince pure col pupo in braccio!
Niente, vivete troppo di ricordi regà…

Certo, come stessi parlando di Chris Evert!
No ho capito ma insomma… C’hanno 37 anni, sia lei sia Roger… Ancora a darli come strafavoriti…

Sono due discorsi diversi. Serena gioca contro il nulla, se consideriamo la concorrenza che aveva nel primo decennio dei 2000. Federer è strafavorito intanto perché gioca in un modo celestiale, poi perché ha delle condizioni disastrate nella concorrenza attuale.
E dai favorita la Sharapova infatti…

Perché è una reduce del primo decennio del 2000. Oggi sono nostalgico, che vuoi! Poi, tornando seri, lo so che non è favorita, tu chiamale se vuoi… sensazioni.
Degli italiani invece, Giorgi a parte di cui abbiamo detto?

Fognini potrebbe fare terzo turno, avrebbe Goffin. Difficile,
non impossibile. Ma bisogna arrivarci prima al terzo turno. Degli altri cosa vogliamo dire, non credo ci si possa aspettare molto. Le ragazze poi stanno proprio a pezzi purtroppo.
Mi è dispiaciuto per la Vinci, mi avrebbe fatto piacere vederla in uno slam ancora una volta, l’ultima credo.

Per concludere, alla fine di questa chiacchierata abbiamo capito che Federer, Djokovic, Wozniacki e Sharapova NON vinceranno l’Australian Open. Quindi complimenti a Nadal per il suo 17° Slam. Grande Rafa!
Complimenti a Rafa! Allo sfortunatissimo Rafa!

Un saluto a tutti e chi non legge OkTennis è un sacripante. Ah l’avevano già detta? Ops…
Ci sentiamo da Melbourne, ciao!