Roberta Vinci ai saluti: “La mia ultima partita sarà al Foro Italico 2018”

Roberta Vinci stavolta fa sul serio: con un video sui suoi account social annuncia l’ultimo torneo e chiama tutti i suoi fan a raccolta. “Roma, Foro Italico 2018”.

Roberta Vinci, Internazionali BNL d'Italia 2017, Roma, 14 maggio 2017 (Monique Filippella)

Roberta Vinci stavolta fa sul serio e con un video sui propri profili social annuncia luogo e data dell’ultima partita. “Roma, Foro Italico 2018”.

Nel post, come si vede, un video di 40 secondi dove con varie fotografie ripercorre le tappe più belle della carriera, dai primi palleggi ai trionfi negli Slam in doppio fino alle grandi soddisfazioni che si è tolta in singolare.

Un ritiro abbastanza pronosticabile, viste le vicende degli ultimi anni. È da marzo 2016 che la tarantina convive con un enorme problema al tendine d’Achille, maturato ad Indian Wells in una partita combattutissima vinta contro Margarita Gasparyan soltanto 6-3 6-7 7-6. Da quel giorno la sua carriera è stata completamente rivoluzionata. Ci sono stati ancora dei picchi qua e là, come i quarti di finale allo US Open, ma le sconfitte cominciavano a farsi sempre più frequenti e Roberta ha raggiunto i quarti di finale soltanto in altre 2 occasioni da New York in poi: Brisbane e San Pietroburgo, senza alcuna semifinale.

Le ultime gravi sconfitte del 2017 l’hanno spinta fuori dalle prime 100 e oggi, da numero 116, sarebbe costretta alle qualificazioni dell’Australian Open. La verità è che non si ha idea di quale possa essere il programma dell’azzurra oltre al torneo di Roma. L’idea che circolava, di una stagione part-time, è di fatto decaduta: ci saranno concretamente meno di 5 mesi di tempo prima del giorno X, appena un torneo Slam. Soprattutto, con una classifica così bassa e con 100 punti in uscita già la prima settimana sarà costretta a fare un gran risultato a Melbourne (che per il momento potrebbe anche voler dire terzo turno, cioè 5 vittorie) per avvicinarsi alle 100, risultato che non basterebbe per i grandi tornei di marzo, né per febbraio dove comunque, se li vorrà giocare, faticherà a essere nelle qualificazioni. Insomma, tutto fa pensare che proverà al massimo solo il torneo in Australia, poi si concentrerà su Roma.