La squadra francese di Coppa Davis battuta da Mikaela Shiffrin

Oltre 42.000 voti in un sondaggio dell’Equipe e un risultato sorprendente: il successo di Mikaela Shiffrin, autentico fenomeno dello sci, ha avuto un impatto maggiore per i francesi della vittoria in Coppa Davis.

Vincere la prima insalatiera dopo 16 anni, vincere in casa, di fronte a 25.000 persone dello stadio Pierre Maruoy di Lille, non è bastato. Il risultato di un sondaggio online dell’Equipe è quantomai sorprendente: la vittoria della Francia in Coppa Davis non è il risultato più importante dell’ultimo fine settimana sportivo. Il dato è maggiormente significativo, poi, se si considera il numero di persone che hanno partecipato al voto: 42.457, e trovare una differenza del 13% tra il team guidato da Yannikh Noah e l’autentico fenomeno Mikaela Shiffrin rimane qualcosa di sorprendente, aggiungendo anche che a batterli è una sciatrice statunitense.

Il 39% dei votanti ha però sentenziato lei, Shiffrin, che ha vinto (o meglio dire: ha dominato) lo slalom di Killington, località nel nord degli Stati Uniti rifilando 1.64 di ritardo alla seconda classificata, Petra Vhlova, slovacca. È un distacco importante, che però viene  ad essere quasi “normale” visto che si parla di una ragazza che nonostante i 22 anni appena sta tenendo ruolini di marcia impressionanti: 32 vittorie in Coppa del Mondo, 3 volte campionessa ai mondiali, 1 oro olimpico (4 vittorie su 4 negli slalom: ai mondiali 2013, 2015 e 2017, alle olimpiadi del 2014). Un anno fa, sempre negli Stati Uniti, fu capace di vincere con 3 secondi e mezzo di vantaggio sulla seconda classificata, distacchi che non maturavano da quando si sciava con materiali molto meno sviluppati di adesso dove anche nello sci, come nel tennis e in generale in ogni altro sport, la ricerca della perfezione e del progresso ha portato differenze meno evidenti. Eppure la sciatrice nata nel 1995 ha conquistato vittorie e tanti, tantissimi appassionati.

Con buona pace del team francese, e di Julien Benneteau (che ha twittato in maniera piuttosto seccata l’esito del sondaggio), gli appassionati di sport francesi hanno preferito le gesta di una giovanissima ragazza, vero prodigio dello sci, al decimo trionfo in Coppa Davis.