La Lettonia rende omaggio a Jelena Ostapenko

L’aspetto forse più straordinario del 2017 vissuto da Jelena Ostapenko è che pur nel caso dovesse spegnersi, dal prossimo anno, rimarrebbe comunque nella storia del tennis, soprattutto a livello nazionale. La portata del successo al Roland Garros è sconfinata e per la Lettonia quel traguardo ha rappresentato il punto più alto mai raggiunto dai suoi giocatori e giocatrici. Ostapenko, prima campionessa Slam dei paesi baltici, prima ad entrare in top-10, ha concluso la stagione vincendo il secondo trofeo a Seoul e issandosi fino al numero 7 del mondo. Il suo cammino si è fermato solo nel Round Robin di Singapore, non prima però di togliersi la soddisfazione di ottenere la prima vittoria in carriera contro Karolina Pliskova.

Adesso, mentre lei è a rilassarsi all’ombra del famoso hotel a vela di Dubai prima di ricominciare la preparazione, la Lettonia ha annunciato che dal 10 novembre entreranno in circolazione i primi francobolli dedicati alla propria punta di diamante. È il sito pasts.lv a darne notizia, annunciando l’inizio di una serie di stampe che vedranno protagonisti i migliori atleti lettoni del 2017. Nel caso della ventenne di Riga, verranno prodotte 50000 copie al prezzo simbolico di 1,42€. La foto scelta dal sito lettone, ovviamente, non poteva che rappresentare la giovane giocatrice che stringe a sé il trofeo più importante della carriera (e della storia del proprio paese). Nel caso del nome, invece, sparisce la parola “Jelena” e subentra “Alona”. Come disse Ernests Gulbis a Wimbledon: “Tutti in Lettonia la conoscono come Alona (o Aljona)”.