Niente calcoli: Caroline Garcia vola a Singapore

Caroline Garcia approfitta del nuovo forfait di Johanna Konta a Mosca e nonostante la mancata wild-card può festeggiare la qualificazione alle WTA Finals di Singapore.

La grande rincorsa per conquistare l’ottavo posto nella Race WTA, l’illusione di avercela fatta, il brusco “no” ricevuto da Mosca alla richiesta di una wild-card per proteggersi dall’assalto di Johanna Konta. Caroline Garcia ha avuto delle ultime settimane piuttosto intense, tra vittorie (su vittorie) e un momento che non è mai stato così positivo per lei. Il rifiuto di Mosca poteva averla messa in una condizione rischiosa, anche se è bene ricordare che Konta, lei quest anno iscrittasi regolarmente al torneo russo (il 2016 è un ricordo vivissimo), viene da una striscia di 5 sconfitte consecutive e di appena 2 vittorie dalla semifinale di Wimbledon e doverne metterne insieme 3 di fila, nonostante tutto, non sarebbe stata opera semplice.

Adesso, però, il sogno è diventato realtà: Konta ha dato forfait a Mosca, probabilmente ancora a causa del problema al piede che l’aveva costretta a rinunciare in questa settimana al torneo di Hong Kong. In questo modo, l’ottava posizione della francese è in ghiaccio e può così festeggiare l’approdo tra le migliori 8 della stagione che lotteranno al Master di fine anno. Singapore è realtà per lei, mentre rimane aperto un piccolo spiraglio per la britannica: Venus Williams, al momento settima, non ha mai avuto grande interesse a giocare questo torneo. Più volte, nel primo decennio del 2000, si era qualificata per poi cancellarsi e chiudere anzitempo la stagione.

Ora la statunitense è numero 6 e regolarmente dentro, ma pare siano sopraggiunte alcune noie alla schiena, motivo per cui in questo finale di stagione starebbe giocando col contagocce. Detto che ad oggi non c’è alcuna informazione certa che possa portare ad un’assenza della ex numero 1 del mondo, questa potrebbe essere l’unica via per Johanna per evitare la doppia beffa consecutiva.