Nick Kyrgios punito e multato a Shanghai

Il tennista australiano l’ha rifatto, nel match contro Johnson una volta perso il primo set si è ritirato sorprendendo tutti. In conferenza stampa ha poi dichiarato che il ritiro era intenzionale.

Quasi un capriccio quello di Kyrgios, che nel tie-break dopo aver discusso su una chiamata col giudice di sedia sembra aver detto a se stesso: “se perdo questo punto mi ritiro”. Così ha fatto, dopo l’ace di Johnson che ha chiuso il primo parziale, l’australiano invece di andarsi a sedere è andato a rete a stringere la mano e poi è uscito dal campo borsone in spalla.

Nelle dichiarazioni post partita ha ammesso, inizialmente, che il ritiro fosse stato un capriccio; successivamente ha provato a tirare in ballo un problema alla spalla e il fatto di non aver dormito bene, ma ormai era fatta. Kyrgios paga ancora una volta il suo non avere peli sulla lingua e agire in modo molto emozionale, il conto finale è di 21 mila dollari (l’intero montepremi ritirato) più una multa da 10 mila dollari per comportamento antisportivo.