ATP Shanghai: Nadal soffre ma batte ancora Dimitrov, semifinale con Cilic

Grigor Dimitrov ci ha provato anche stavolta, ma quest'anno contro Nadal ha sempre perso. Lo spagnolo senza perdere il servizio in tutto il match approda in semifinale, troverà Cilic contro cui è avanti 4-1 negli H2H.

[1] R. Nadal b. [6] G. Dimitrov 6-4 6-7(4) 6-3

Sembra stia diventando una maledizione quella di Dimitrov contro Nadal, il bulgaro si ostina a giocare da fondo campo contro il numero uno del mondo e colleziona grandi battaglie ma solo sconfitte. Dopo la semifinale di Melbourne e quella di Pechino anche in quarti a Shanghai ha avuto la meglio Nadal. Partita ricca di bei punti ed emozionante con Grisha che ci ha provato finché ha potuto.

L’inizio di match vede la chiara intenzione di Dimitrov di giocare contro Nadal da fondo, ovviamente ogni tanto qualche colpo scappa e commette degli errori ma nel complesso grazie a ciò riesce a restare attaccato nel punteggio. Sembra strano ma i due punti più lunghi, combattuti e rocamboleschi del primo set li vince, alla Nadal, proprio Dimitrov. Al servizio lo spagnolo comunque non ha mai troppi problemi e quasi di riflesso per opporsi al bulgaro è lui che cerca maggiormente la rete. L’equilibrio dura sino al 4-4 dove lo spagnolo fa tutto, prima sale 0-40 tirando tra l’altro due passanti di rovescio lungolinea, Dimitrov mette a segno una prima vincente, poi prova a scambiare di più e Nadal commette due errori. Sulla parità però Nadal ritrova un po’ di concentrazione o forse Dimitrov si spinge nuovamente in avanti e viene fulminato da due dritti lungolinea in sequenza che regalano il break a Nadal, che non ha poi particolari problemi a confermare per chiudere il parziale.

Nel secondo la battaglia continua, Dimitrov si ostina a giocare da fondo e nella seconda metà di parziale rischia in tre turni di battuta consecutivi. Al settimo game annulla una palla break, al nono e all’undicesimo invece si salva dal 15-30. Anche Rafa ha il suo momento in cui rischia, va sotto un quindici quando serve per raggiungere il tie-break, lo salva però il falco giudicando buona una sua prima chiamata inizialmente fuori, 15-15 invece che 0-15 e seconda. Arrivati al tie è più contratto Dimitrov, due rovesci gli escono male, uno si ferma sotto il nastro, un altro lo passa a malapena lasciando gioco a Nadal. Lo spagnolo sale 3-0 e cambia campo sul 4-2. Dimitrov non si arrende e, complici anche tre errori di dritto di Nadal, infila 5 punti consecutivi che lo riportano in parità nel conto dei set.

Nel terzo continua ad infuriare la battaglia, Nadal sembra leggermente provato, nel quinto gioco accorcia i suoi colpi, sul 30 pari in particolare si butta a rete giocando una voleé neutra, Dimitrov ci arriva in corsa e piazza il passante vincente. La palla break però sfuma e nel game successivo tocca sempre a Grigor salvarsi da una situazione pericolosa. Il bulgaro, come fatto già in questo match, risale dal 15-30 sino al 40-30, poi però il doppio fallo. Sulla parità Nadal ritrova un po’ di verve e riesce a procurarsi e trasformare, con dritto in rete di Dimitrov, la palla break nel sesto gioco. Allunga sul 5-2. Dimitrov resta attaccato, ma al momento di servire per il match Rafa non trema e raggiunge Cilic in semifinale.

[4] M. Cilic b. Ramos-Vinolas 6-3 6-4

Sarà Cilic l’avversario di Nadal che ha superato in mattinata Ramos-Vinolas in circa 80 minuti. Il croato non ha ancora perso set e vincendo la semifinale, conquistando la finale, si assicurerà anche la sicurezza del “posto fisso” a Londra per le Finals di metà novembre. Piccola curiosità, quello subito da Cilic al sesto gioco del secondo set è stato l’unico break della settimana del numero 4 del seeding, era arrivato a tenere il servizio per 29 volte di fila.

Risultati quarti:

[4] M. Cilic b. Ramos-Vinolas 6-3 6-4
[1] R. Nadal b. [6] G. Dimitrov 6-4 6-7(4) 6-3
[16] J. del Potro b. V. Troicki 4-6 6-1 6-4
[2] R. Federer vs R. Gasquet