Wozniacki ai quarti dopo 7 anni, eliminata Kuznetsova

[10] C. Wozniacki b. [8] S. Kuznetsova 6-1 4-6 6-2 (Diego Barbiani)  

Caroline Wozniacki continua la sua corsa al Roland Garros e batte Svetlana Kuznetsova, una delle papabili al ruolo di finalista della parte alta. Punteggio che sorprende, perché il 6-1 4-6 6-2 è maturato al termine di una prova molto aggressiva della danese, che si porta ora 4-2 nel conto dei match disputati a livello Slam. Il più importante, probabilmente, quello che l’ha vista vincitrice lo scorso fine agosto a New York quando rischiava di uscire dalla top-100 ed era indietro 0-4 nel primo set contro la russa, che da lì si è smarrita ed ha lasciato i successivi 6 game alla ex numero 1 del mondo che dopo aver vinto quel match è ripartita macinando vittorie su vittorie e rientrando, poche settimane fa, tra le prime 10 del mondo. Grazie ai quarti di finale salirà almeno tra le prime 8.

L’ottava vittoria su 14 partite contro la russa è arrivata grazie soprattutto ad un primo set in cui ha sfiancato le energie dell’avversaria con due game iniziali da 30 punti e 20 minuti di lotta. Kuznetsova, comunque tra le migliori da un punto di vista atletico (la rincorsa al Master di Singapore dello scorso anno è un’impresa che non va dimenticata), ha perso lucidità, facendosi aggredire e perdendo tutti i game combattuti fino all’incredibile 6-1 finale. Nel secondo parziale c’è stata più lotta, Svetlana è salita molto come livello di gioco e soprattutto d’attenzione, strappando un fondamentale turno di battuta sul 5-4 in suo favore. Nel terzo, però, una nuova falsa partenza con due break di ritardo ha determinato la sconfitta per la campionessa del 2009.

Un anno più tardi, dicevamo, l’ultima volta di Wozniacki tra le migliori 8 del torneo parigino. In quella circostanza, dopo la battaglia contro Flavia Pennetta, ci pensò Francesca Schiavone a fermarla, con l’azzurra che avrebbe poi vinto il torneo in finale contro Samantha Stosur. Proprio l’australiana potrebbe presentarsi dall’altra parte della rete nel prossimo turno, anche se dovrà prima occuparsi di una delle sorprese di questo tabellone femminile: Jelena Ostapenko.