Australian Open: prima sorpresa, ginocchio e Rogers fatali a Simona Halep

La rumena crolla all'esordio dell'Australian Open contro Shelby Rogers: fuori la testa di serie numero 4.

S. Roger b. [4] S. Halep 6-3 6-1 

La prima partita degli Australian Open, edizione 2017, giocata nella Rod Laver Arena spetta alla testa di serie numero 4 del torneo, Simona Halep ed all’americana Shelby Rogers. Solo un precedente fra le due agli US Open 2015 favorevole alla rumena. Incontro non facile per la Halep, che deve rifarsi della delusione dell’anno scorso, quando ha perso al primo turno dalla cinese Zhang. E quest’anno si trova davanti un’avversaria che la scorsa stagione da numero 108 del mondo è riuscita a raggiungere i quarti al Roland Garros, battendo tenniste come Pliskova e Kvitova.

Partenza al 100% subito per entrambe con tiri sulle righe e potenti per la Roger e recuperi e colpi spettacolari della Halep. La prima a procurarsi la possibilità di un break è la rumena ma la Roger non solo salva la palla ma si procura ben 3 occasioni nel turno successivo di brekkare l’avversaria. Punti salvati coraggiosamente da ben 2 aces ed un vincente. Ma è questione di poco; al sesto gioco la Roger ottiene il break in un game spettacolare durato 8 minuti. L’impressione è che, se la rumena non cambia modo di giocare, limitandosi come fa ora a recuperare e spingere, dando ritmo all’avversaria, l’esito potrà essere uno solo. La Roger infatti appare concentratissima e le palle tirate a velocità impressionante e precise le entrano tutte. Ed infatti dopo 46 minuti siamo 1-0 per l’americana.

Durante la pausa la rumena inaspettatamente chiede l’intervento medico per il ginocchio sinistro ma torna subito a giocare finito il tempo regolare a disposizione. Il secondo parziale è una fotocopia del primo con Roger che spinge su qualsiasi palla e la Halep che non riesce a contenerla. Ed al terzo gioco l’americana si guadagna la prima palla break, concretizzata immediatamente dopo un lungo scambio.

La rumena sembra davvero in balia dell’americana e nelle pause si massaggia la gamba sinistra. Nel quinto gioco arriva un altro break con una stupenda risposta di rovescio lungolinea su servizio della Halep. E col terzo break del set in meno di un’ora di gioco la Roger vince il match dopo l’ennesima palla a rete della Halep. Brutta sconfitta questa per la tennista rumena e prima testa di serie del torneo a cadere. L’americana troverà al secondo turno la vincitrice fra Ashleigh Barty ed Annika Beck.