Atp Shanghai: fuori Gasquet, Simon e Dimitrov

SHANGHAI – Giornata favorevole ai colori azzurri. Seppi batte nettamente Hewitt e Fognini si aggiudica in rimonta il derby con Lorenzi. Già fuori Gasquet, eliminato da Pospisil, il derby francese va a Paire. Nishikori vince nettamente la sfida con Dimitrov. La pioggia rallenta il programma, ma ora si gioca su tutti i campi. 

Ottimo esordio per Andreas Seppi al Master 1000 di Shanghai contro Lleyton Hewitt. L’altoatesino batte l’ex numero 1 del mondo in un’ora e 21 minuti con il punteggio di 64 62.
Fabio Fognini si aggiudica il derby con Paolo Lorenzi in rimonta. Il toscano vince il primo set 64 e serve per il match sul 54. Qui però il ligure recupera il break poi vince il parziale al tie-break per 7 punti a 5. Nel terzo set a Fognini basta un break per portare a casa la partita. L’azzurro ora se la vedrà con Tommy Robredo, che ha superato Albert Montanes 64 61.

Brutta battuta d’arresto per Richard Gasquet (tds 9) contro Vasek Pospisil. Il canadese si è subito portato avanti (3-1), giocando in spinta ed approfittando di un Gasquet piuttosto passivo. Dopo aver concretizzato il vantaggio chiudendo 63 il primo parziale, Pospisil è partito forte anche nel secondo, quando invece ci si attendeva una reazione da parte del numero 10 del mondo, che non c’è stata. Anche in questo caso un break è stato sufficiente al canadese per vincere il set 64 e conquistare il match. 
Sconfitta senza appello anche per un altro francese, Gilles Simon. Questa volta però la Francia piange un po’ meno perché a sconfiggerlo (64 63 in 68 minuti) è stato il connazionale Benoit Paire. Quest’ultimo ha fatto tutto meglio, soprattutto al servizio ed ha avuto la meglio nei confronti di un Simon piuttosto scarico. 
Con lo stesso punteggio di Gasquet, viene eliminato dal mater 1000 di Shanghai anche l’eterna promessa Grigor Dimitrov, fresco di cambio d’allenatore. Il bulgaro ha ceduto nettamente a Kei Nishikori, testa di serie numero 12.

Avanza invece senza problemi Philipp Kohlschreiber, che supera per 75 62 la wild card cinese Mao-Xin Gong. Decisamente più sofferta la vittoria di Feliciano Lopez contro Jarkko Nieminen. Lo spagnolo si impone in tre set (76(2) 46 63) in quasi due ore di gioco. 
Successo tirato per Kevin Anderson su Victor Hanescu al tie-break del terzo set: 46 76(5) 76(4) il punteggio dopo due ore e 22 minuti. 

TUTTI I RISULTATI

F. Fognini b. (Q) P. Lorenzi 46 76(5) 64
V. Pospisil b. (9) R. Gasquet 63 64
A. Seppi b. (W) L. Hewitt 64 62
P. Kohlschreiber b. (W) M. Gong 75 62
F. Lopez b. J. Nieminen 76(2) 46 63
K. Anderson b. V. Hanescu 46 76(5) 76(4)
B. Paire b. (13) G. Simon 64 63
(16) T. Robredo b. A. Montanes 64 61
(12) K. Nishikori b. G. Dimitrov 63 64
D. Brands d. (Q) A. Falla 76(3) 75
(15) N. Almagro b. (Q) G. Soeda 76(5) 62